Descrizione

In questo blog si vuole commentare ed analizzare l'attualità e la storia ma sopratutto scoprire ed evidenziare le ipocrisie, le falsità ed i soprusi di questo mondo appunto ormai impossibile da vivere.

“La storia ha due volti: quello ufficiale, mendace e quello segreto e imbarazzante, in cui però sono da ricercarsi le vere cause degli avvenimenti occorsi”. Honorè de Balzac

Contra factum non valet argumentum”

venerdì 19 febbraio 2016

Comitato ″Difendiamo i nostri figli″ PETIZIONE NAZIONALE PER FERMARE LE UNIONI CIVILI PREVISTE DAL DDL ″Cirinnà″ E OGNI FORMA DI RICONOSCIMENTO DEL MATRIMONIO, DELL'ADOZIONE E DELLA STEPCHILD ADOPTION PER LE COPPIE GAY

GhirelliSrl

Questa è una riproduzione della pagina del Comitato ″Difendiamo i nostri figli″ che trovate al suo indirizzo naturale: difendiamoinostrifigli.it con tutto il sito relativo, per la petizione funziona anche da quì ma nel sito originale troverete altre informazioni al caso. (NdR)

PETIZIONE NAZIONALE PER FERMARE LE UNIONI CIVILI PREVISTE DAL DDL ″Cirinnà″ E OGNI FORMA DI RICONOSCIMENTO DEL MATRIMONIO, DELL'ADOZIONE E DELLA STEPCHILD ADOPTION PER LE COPPIE GAY

Il Comitato ″Difendiamo i nostri figli″, che il 20 giugno ha riunito un milione di persone in piazza S. Giovanni, chiede oggi al popolo delle famiglie italiane un nuovo gesto di partecipazione. Al Senato è in discussione il disegno di legge sulle ″unioni civili″ (c.d.�″Cirinnà″ dal nome della relatrice), che equipara le unioni fra persone omosessuali al matrimonio, inclusa la possibilità di adozione: riconosciuta questa, per le coppie dello stesso sesso sarà possibile anche la�fecondazione eterologa e l'utero in affitto, cioè l'acquisto di bambini come se fossero oggetti e l'utilizzazione del corpo di donne costrette a tanto dalla miseria e dallo sfruttamento.

Chiediamo la vostra firma e la vostra e-mail per fermare questa barbarie. L'Italia resiste ancora in Occidente: il diritto del bambino a una famiglia non può essere sostituito dal ″diritto al figlio″ degli adulti. Le persone omosessuali�hanno già nell'ordinamento italiano un'ampia gamma di diritti riconosciuti, dall'assistenza sanitaria alla successione nella locazione, dal risarcimento dei danni alle tutele penali, ma i bambini hanno il diritto fondamentale di nascere, crescere e vivere con la loro mamma e il loro papà.

Con la vostra firma noi chiederemo al Parlamento di sospendere l'esame del disegno di legge e di rispettare il superiore interesse dei minori.

Potete firmare on-line cliccando su questo LINK oppure scaricare QUI il modulo da compilare e da spedire scansionato via e-mail all�indirizzo segreteria@difendiamoinostrifigli.it

Grazie.