Descrizione

In questo blog si vuole commentare ed analizzare l'attualità e la storia ma sopratutto scoprire ed evidenziare le ipocrisie, le falsità ed i soprusi di questo mondo appunto ormai impossibile da vivere.

“La storia ha due volti: quello ufficiale, mendace e quello segreto e imbarazzante, in cui però sono da ricercarsi le vere cause degli avvenimenti occorsi”. Honorè de Balzac

Contra factum non valet argumentum”

domenica 9 ottobre 2016

Attacco al Pentagono: Perché l'obiettivo è stato l'Office of Naval Intelligence ? - The Pentagon Attack: Why Was the Office of Naval Intelligence Targeted ?

Riprese della telecamera di sicurezza al di fuori
del Pentagono, che mostrano l'attacco del 9/11.
 (impatto del volo 77 al minuto 1:25).

E' certamente ridicolo parlare ancora oggi dell'enorme truffa dell'11 settembre 2001 anche se qualcuno non ha ancora capito e stendiamo un velo pietoso, come ho più volte dichiarato dopo 4 ore e al secondo telegiornale mi sono chiesto "chi" credesse di prendermi per il culo ? Ma anche altri proprio non riescono ancora a intendere chi ci sia effettivamente dietro e anche quì ....
Trovo però altamente istruttivo cogliere tutte le sfumature collegate che illuminano i vari giochetti planetari, quì, è un articolo che avevo iniziato anni fà ma mai pubblicato, degli americani del movimento della verità analizzano tramite articoli di giornali e dichiarazioni ufficiali gli avvenimenti, è interessante scoprire che tutte le comunicazioni telefoniche americane comprese quelle della casa bianca sono legalmente intercettate da .... Israele e se qualcuno si permette di farlo notare ....
Che ben prima del fantomatico schianto dell'aereo come per il WTO ci sono state delle esplosioni di bombe certamente riconoscibili dal personale militare ed altre cose, vediamo un pò.


Uffici del Pentagono. L'impatto dell'aereo ha tranciato l'edificio, lasciando gli uffici vicini danneggiati ma intatti.

Dal momento che il pensiero all'interno del "Real 9/11 Truth Movement" è praticamente un accordo unanime sul fatto che il danno al Pentagono il 9/11 non è stato causato dall'impatto di un aereo di linea per passeggeri come per la storia ufficiale, quindi è ovvio che il danno non è stato il risultato di qualche azione casuale capitata dell'ultimo minuto, ma piuttosto attentamente pianificata in anticipo. La nota "coincidenza" per il fatto che la sezione del Pentagono che è stata "colpita" è capitato essere la sezione che era stata ristrutturata con il progetto di rinnovamento del Pentagono "che è stato progettato per resistere a un attacco del genere" sembrerebbe supportare questa conclusione (vedi WTCD Indagine: Il progetto di rinnovamento del Pentagono).

Le prove ottenute attraverso testimoni chiave come April Gallop e Barbara Honneger ed altri che si riferiscono al numero, tipo, ed alla tempistica delle esplosioni al Pentagono la mattina e il modo è in contraddizione con la versione ufficiale, così come la prova visiva sotto forma di fotografie, sono stati utili per mettere insieme questo scenario alternativo. Se accettiamo la prova che punta agli esplosivi interni chiaramente posizionati con cura (come è avvenuto con le 3 torri del WTC) insieme con la remota possibilità di qualche danno aggiuntivo fatto con un certo tipo di airborne missile/drone, la prossima domanda che dobbiamo porci è, quale ragionamento è stato utilizzato per decidere quale parte dell'edificio far saltare e chi 'eliminare' ?

Nel suo libro "9-11 Colpo di stato contro l'America" l'autore Peter Tiradera suggerisce che il centro di comando della Marina potrebbe essere stato preso di mira per distruggere le prove della spia dell'US Navy per i crimini di Israele Jonathan Pollard, in particolare quelli legati ai neocon di spicco. È interessante notare che l'avvocato difensore di Jonathan Pollard non era altri che Ted Olson, marito di AA 77 "vittima" Barbara Olson.

È chiaro che la ristrutturazione di cuneo 1, completata nel febbraio 2001, avrebbe fornito una copertura ideale per il posizionamento degli esplosivi in tutta la parte della struttura che verrebbe colpita il 9/11. E 'indispensabile quindi per il movimento per la verità di sapere il più possibile su questo rinnovamento - chi esattamente è stato coinvolto? Che tipo di protocolli di sicurezza erano in atto?
 Foam Truck 161 a fuoco. I vigili del fuoco del Pentagono nella battaglia con il fuoco con
il Foam Truck 161 causato dalla caduta del velivolo.

Una delle domande più interessanti su tale evento comporta l'esame delle persone specifiche che sono state uccise o uffici che sono stati demoliti in quella parte del Pentagono, e perché avrebbero potuto essere mirati o come potrebbero essere connessi o quale interesse ci fosse per gli autori, molti di noi sono convinti che includano elementi che controllano lo stato di Israele (con i loro partigiani al controllo delle istituzioni chiave all'interno degli Stati Uniti). Per cominciare, ecco un estratto di un articolo dall'edizione 17 Settembre 2001 di Aviation Week Intelligence Review descrive alcuni dei danni:
[...] "Il vice ammiraglio Darb Ryan, capo del personale della marina, è stato nel suo ufficio presso il Navy Annex a metà strada tra la casa di Trapasso ed il Pentagono. Avendo appreso che New York era stata attaccata, era al telefono che stava raccomandando l'evacuazione del Pentagono, "quando con la coda dell'occhio ho visto l'aereo" una frazione di secondo prima che colpì.
Ryan è stato sentito riferire la valutazione del danno iniziale, che comprendeva gli spazi appartenenti al capo delle operazioni navali (CNO), centro di comando tattico della Marina sull'anello D, una cella operazioni e di un centro di comando di intelligence della Marina. Tra queste, un massimo di quattro speciali, altamente classificate, aree protette elettronicamente. Molti dei marinai arruolati coinvolti erano tecnici di comunicazione con formazione in criptografia, sono le persone chiave per la raccolta e le analisi di intelligence. Alcuni membri del personale era noto fossero intrappolati vivi tra i rottami".
Pentagono eliporto. Ancora parcheggiato vicino alla piattaforma di atterraggio, pesantemente
danneggiato Foam Truck 161 si trova abbandonato, mentre i vigili del fuoco partecipano a
spegnere agli incendi del Pentagono.
 Altro PERSONALE della Marina ha confermato la valutazione iniziale dell'ammiraglio e ha detto che i morti erano circa 190, 64 sul velivolo. Tra loro c'era il tenente generale Timothy Maude, che era nella sezione supporto e logistica dell'esercito. Molti altri erano capitani della Marina, comandanti e tenenti comandanti con sedi tra il quarto ed il quinto corridoio (il cuneo occidentale del Pentagono). L'ufficio operativo speciale della Marina, che supervisiona i programmi classificati, si era trasferito lasciando gli spazi solo pochi giorni prima. Tutti tranne uno degli alti ufficiali di bandiera della Marina erano fuori dall'edificio. Il vice ammiraglio Dennis McGinn, vice CNO per esigenze e programmi di guerra, era vicino l'area di impatto, ma è riuscito a sfuggire illeso.
Uno dei motori del velivolo [Modifica: Sì, giusto ...] in qualche modo ha rimbalzato fuori dal palazzo e dalle arcate nell'area del centro commerciale e parcheggio del Pentagono tra l'edificio principale e la nuova struttura piattaforma di carico, ha detto Charles H. Krohn, vice capo dell'esercito degli affari pubblici. Coloro che fuggirono dall'edificio sentirono una forte esplosione secondaria circa 10 min. dopo l'impatto iniziale.
I pavimenti dell'anello E sopra il tunnel scavato dal velivolo [Edit:? Er, demolito da esplosivi] crollarono, lasciando un vuoto nella parete esterna del Pentagono, forse, di 150 piedi di larghezza. Il carburante ha innescato un fuoco intenso che ha causato il danneggiamento del tetto della sezione anello E alle 10:10 am e bruciava ancora 18 ore. dopo. L'antincendio è stato ostacolato due volte da segnalazioni che hanno causato la fuga del personale dalla zona. La prima volta, intorno alle 11:28, un avvertimento di "un aereo è in volo" ha mandato la polizia, FBI e altro personale di protezione nei passaggi sotto la I-395 che portano lontano dal Pentagono. Ben presto tornarono, ma alle 11:34, urlavano via radio avvertimenti di un altra possibile esplosione facendo scappare ancora le persone. Tuttavia, alle 11:40 le squadre dell'FBI erano tornate con sacchetti di carta marrone e guanti per setacciare la terra del Pentagono dai detriti in un'area delimitata da Pentagono City, il Cimitero di Arlington e il fiume Potomac [Edit: Probabilmente una storia di copertura per la rimozione delle prove? ].
Gli F-16 del Distretto di Columbia Air National Guard hanno periodicamente sorvolato il Pentagono ad altitudini abbastanza basse per spaventare gli insegnanti della scuola superiore e studenti nella vicina Alessandria. Più tardi, le pattuglie sono state spostate a una maggiore altitudine e hanno continuato per tutta la notte.
Confusione con quello che era successo, tra i 20.000-24.000 dipendenti che lasciano il Pentagono a piedi in lunghe file, in gran parte riflesso dove si trovavano nell'edificio quando l'aereo ha colpito. Gli spazi della Marina e dell'Esercito assorbito il danno. 
Ufficiali della Marina non sul percorso diretto del velivolo hanno riferito che pesanti cassaforte sono state scagliate attraverso le camere e le persone scaraventate dalle loro sedie. Essi hanno variamente identificato gravi danni tra il quarto e il quinto o il terzo e quarto corridoio. Nessuno sapeva tutta la portata del danno. Gli ufficiali dell'Air Force sul lato opposto dell'edificio non hanno saputo o sentito nulla fino a quando gli allarmi si spensero. Anche allora, hanno pensato che fosse un falso allarme di fuoco fino a quando hanno avuto l'ordine di evacuare l'edificio. 
Così, l'Office of Naval Intelligence sembra essere stata sproporzionatamente mirata. Gretavo ha già menzionato il possibile collegamento con il caso di Jonathan Pollard, l'impiegato civile Naval Intelligence condannato per spionaggio a favore di Israele, il cui perdono la lobby israeliana è rimasta insoddisfatta nell'ottenerla. Quali altri avversari o connessioni possibili potrebbe esserci tra Israele e ONI ? Che dire di quelle "quattro speciali, altamente classificate, aree protette elettronicamente" appartenenti al ONI? Cosa c'era di così speciale su di loro che dovevano essere 'eliminati' insieme a molti "tecnici di comunicazione con una formazione crittografia" della Navy?

Non dimentichiamo il fatto che le due compagnie israeliane Amdocs e Comverse Infosys, (ora chiamato Verint), gestiscono quasi ogni aspetto del sistema telefonico degli Stati Uniti, come è stato riportato da Fox News 'Carl Cameron nella serie di quattro parti in onda su Fox News in Dicembre 2001 esponendo la massiccia operazione di spionaggio israeliano prima del 9/11:
Amdocs è responsabile per la fatturazione e le registrazioni per quasi tutte le telefonate negli Stati Uniti. Cameron afferma: Amdocs ha contratti con le 25 più grandi società di telefonia in America, e più di tutto il mondo. La Casa Bianca e le altre linee telefoniche governative protette sono protetti, ma è praticamente impossibile effettuare una chiamata sui telefoni normali senza generare un record Amdocs di esso.
Negli ultimi anni, l'FBI e altre agenzie governative hanno indagato Amdocs più di una volta. L'azienda ha ripetutamente e categoricamente negato ogni violazione della sicurezza o irregolarità. Ma fonti dicono Fox News che nel 1999, il super segreto National Security Agency, con sede nel nord del Maryland, ha pubblicato quello che è chiamato un rapporto di Top Secret informazioni sensibili compartimentate, TS / SCI, avvertendo che i record delle chiamate negli Stati Uniti sono stati sempre in mani straniere in Israele, in particolare.
Gli investigatori non credono che le chiamate vengono ascoltate, ma i dati su chi sta chiamando chi e quando è abbondanza di valore in sé. Una nota interna Amdocs di alti dirigenti della società suggerisce quanto Amdocs ha generato i record delle chiamate potrebbero essere utilizzati. "Le tecniche di data mining e diffusi algoritmi .... unendo sia le proprietà del cliente (ad esempio, valutazione del credito) e le proprietà del 'comportamento ....' Specifico" comportamento specifico, come ad esempio cosa i clienti chiedono.
[...] Ogni volta che si effettua una chiamata, passa attraverso la rete elaborata della nazione di switcher e router gestiti dalle compagnie telefoniche. Computer e software personalizzati, realizzati da aziende come Comverse, sono legati in quella rete di intercettare, registrare e memorizzare le chiamate intercettate, e allo stesso tempo li trasmettono agli investigatori.
I produttori hanno un accesso continuo ai computer in modo che possano servire loro e tenerli lontani da difetti. Questo processo è stato autorizzato dalla Assistance 1994 Communications for Law Enforcement Act, o CALEA. Funzionari del governo alti hanno ormai detto a Fox News che, mentre CALEA reso intercettazioni più facile, ha portato ad un sistema che è seriamente vulnerabile a compromessi, e può aver minato l'intero sistema a intercettazioni.
Infatti, Fox News ha appreso che il procuratore generale John Ashcroft e il direttore dell'FBI Robert Mueller erano entrambi avvertiti 18 ottobre in una lettera consegnata a mano da 15, statali e federali delle forze dell'ordine locali, che si lamentava che "attuali capacità di sorveglianza elettronica delle forze dell'ordine sono oggi meno efficaci di quanto non fossero al momento CALEA è stata emanata".
Comverse insiste agli impianti realizzati è sicuro. Ma la denuncia di questo sistema è che i programmi informatici intercettazioni fatte da Comverse hanno, in effetti, una backdoor attraverso la quale le intercettazioni si possono essere intercettati da terzi non autorizzati.
Aggiungendo ai sospetti è il fatto che in Israele, Comverse lavora a stretto contatto con il governo israeliano, e nel quadro di programmi speciali, viene rimborsato fino al 50 per cento dei suoi costi di ricerca e sviluppo da parte del ministero israeliano dell'industria e del commercio.Ma gli investigatori all'interno del DEA, INS e l'FBI hanno tutti detto a Fox News che perseguire o addirittura suggerire lo spionaggio israeliano attraverso Comverse è considerato il suicidio della carriera.

Erano queste "aree protette elettronicamente" della ONI fuori dalla portata di queste comunicazioni di controllo e spionaggio tentacoli israeliani, e quindi serve un ruolo contraddittorio dal punto di vista del Mossad? Oppure, sono stati alcuni di questi Tecnici delle Comunicazioni e crittografi ONI che esponendo attività clandestine di Israele e che gli israeliani non potevano permettere di essere esposte?

Queste sono solo alcune domande iniziali che vengono in mente. Sono sicuro che possiamo trovare altre possibilità come indaghiamo ulteriormente in questa direzione. Ma a me sembra che, se possiamo identificare gli obiettivi specifici dei potenziali autori insieme a possibili motivi per la scelta di tali obiettivi, che possono aiutarci a unire i puntini per scoprire tutta la verità dietro 9/11 e trovare i colpevoli reali.

Elenco delle vittime Pentagono



Nome                                                       Età   Casa              Lavoro          Datore di lavoro

Spc. Craig Amundson28Fort Belvoir, in Virginia.illustratore multimediale per il vice capo di stato maggiore del personaleesercito degli Stati Uniti
Melissa Rose Barnes27Redlands, California.Yeoman seconda classeMarina americana
(In pensione). Maestro Sgt. Max J. Beilke69Laurel, Md.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Kris Romeo Bishundat23Waldorf, Md.tecnico dei sistemi informativi di seconda classeMarina americana
Carrie R. Blagburn48Temple Hills, Md.analista di bilancio civiliesercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello D. Canfield Boone54Clifton, Virginia.esercito degli Stati Uniti
Diana Borrero de Padro55Woodbridge, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Donna Bowen42Waldorf, Md.Rappresentante comunicazioni del PentagonoVerizon
Allen P. Boyle30Fredericksburg, in Virginia.Dipartimento della Difesa appaltatoreDipartimento della Difesa USA
Christopher Lee Burford23Uberto, NCelettronica tecnico terza classeMarina americana
Daniel Martin Caballero21Houston, Texaselettronica tecnico terza classeMarina americana
Sgt. 1st Class Jose Calderon Orlando-Olmedo44Annandale, Virginia.esercito degli Stati Uniti
Angelene C. Carter51Forrestville, Md.ragioniereesercito degli Stati Uniti
Sharon A. Carver38Waldorf, Md.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
John J. Chada55Manassas, Va.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Rosa Maria (Rosemary) Chapa64Springfield, Virginia.impiegato civileDefense Intelligence Agency
Julian T. Cooper39Springdale, Md.Navy appaltatore
Lt. Cmdr. Eric A. Cranford32Drexel, NCMarina americana
Ada M. Davis57Camp Springs, Maryland.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Capt. Gerald Francis DeConto44Sandwich, Mass.direttore delle operazioni e dei piani in corsoMarina americana
Il tenente colonnello Jerry Don Dickerson Jr.41Durant, signorina.esercito degli Stati Uniti
Johnnie Dottore Jr.32Jacksonville, in Florida.tecnico dei sistemi informativi di prima classeMarina americana
Cap. Robert Edward Dolan Jr.43Alexandria, in Virginia.capo della strategia e concetti ramoMarina americana
Comandante. William Howard Donovan37Nunda, NYMarina americana
Comandante. Patrick Dunn39Springfield, Virginia.superficie ufficiale di guerraMarina americana
Edward Thomas Earhart26Salt Lick, Ky.compagno di aerografo prima classeMarina americana
Lt. Cmdr. Robert Randolph Elseth37Vestal, NYMarina americana
Jamie Lynn Fallon23Woodbridge, in Virginia.magazziniere terza classeMarina americana
Amelia V. Campi36Dumfries, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Gerald P. Fisher57Potomac, Md.consulenteBooz-Allen & Hamilton Inc.
Matthew Michael Flocco21Newark, Del.seconda classe compagno di aerografoMarina americana
Sandra N. Foster41Clinton, Md.impiegato civileDipartimento della Difesa
Capt. Lawrence Daniel Getzfred57Elgin, Neb.ufficiale nel centro di comando della Marina al PentagonoMarina americana
Cortez Ghee54Reisterstown, Md.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Brenda C. Gibson59Falls Church, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Ron F. Golinski60Columbia, MD.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Diane M. Hale-McKinzy38Alexandria, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Carolyn B. Halmon49Washington DCanalista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Sheila MS Hein51University Park, Md.bilancio e la gestione specialistaesercito degli Stati Uniti
Ronald John Hemenway37Shawnee, Kan.elettronica tecnico di prima classeMarina americana
Maj. Wallace Cole Hogan Jr.40Fla.esercito degli Stati Uniti
Jimmie Ira Holley54Lanham, Md.ragioniere civileesercito degli Stati Uniti
Angela M. Houtz27La Plata, Md.impiegato civileMarina americana
Brady K. Howell26Arlington, in Virginia.gestione stagista per capo dell'intelligenceMarina americana
Peggie M. Hurt36Crewe, Virginia.ragioniereesercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello Stephen Neil Hyland Jr.45Burke, in Virginia.questioni relative al personaleesercito degli Stati Uniti
Robert J. Hymel55Woodbridge, in Virginia.analista gestione civilePentagono
Sgt. Maj. Lacey B. Avorio43Woodbridge, in Virginia.esercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello Dennis M. Johnson48Port Edwards, Wis.esercito degli Stati Uniti
Judith L. Jones53Woodbridge, in Virginia.impiegato civileMarina americana
Brenda Kegler49Washington DCanalista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Lt. Michael Scott Lamana31Baton Rouge, La.Marina americana
David W. Laychak40Manassas, Va.analista di bilancio civiliesercito degli Stati Uniti
Samantha L. Lightbourn-Allen36Hillside, Md.analista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Maj. Stephen V. Lungo39Ga.esercito degli Stati Uniti
James T. Lynch55Manassas, Va.impiegato civileMarina americana
Terence M. Lynch49Alexandria, in Virginia.consulenteBooz-Allen & Hamilton Inc.
Nehamon Lyons IV30Mobile, Alabama.operazioni di seconda classe specialistaMarina americana
Shelley A. Marshall37Marbury, Md.analista di bilancioDefense Intelligence Agency
Teresa M. Martin45Stafford, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Ada L. Mason-Acker50Springfield, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello Dean E. Mattson57Calif.esercito degli Stati Uniti
Tenente generale Timothy J. Maude53Fort Myer, in Virginia.vice capo di stato maggiore per il personaleesercito degli Stati Uniti
Robert J. Maxwell53Manassas, Va.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Molly L. McKenzie38Dale City, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Patricia E. (Patti) Mickley41Springfield, Virginia.responsabile finanziarioDipartimento della Difesa
Maj. Ronald D. Milam33Washington DCassistente del segretarioesercito degli Stati Uniti
Gerard (Jerry) P. Moran Jr.39Upper Marlboro, Md.appaltatore ingegneriaMarina americana
Odessa V. Morris54Upper Marlboro, Md.analista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Brian Anthony Moss34Sperry, Okla.elettronica tecnico di prima classeMarina americana
Teddington H. Moy48Silver Spring, Md.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Lt. Cmdr. Patrick Jude Murphy38Flossmoor, Illinois.Marina americana
Khang Ngoc Nguyen41Fairfax, in Virginia.Navy appaltatore
Michael Allen Noeth30New York, NYillustratore / seconda classe disegnatoreMarina americana
Spc. Chin Sun Pak25Lawton, Oklahoma.esercito degli Stati Uniti
Tenente Jonas Martin Panik26Mingoville, Pa.Marina americana
Maj. Clifford L. Patterson Jr.33Alexandria, in Virginia.esercito degli Stati Uniti
Tenente JG Darin Howard Pontell26Columbia, MD.Marina americana
Scott Powell35Silver Spring, Md.BTG Inc.
(In pensione). Cap. Jack D. punzoni51Clifton, Virginia.impiegato civileMarina americana
Joseph John Pycior Jr.39Carlstadt, NJaviazione sistemi di guerra operatore di prima classeMarina americana
Deborah A. Ramsaur45Annandale, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Rhonda Sue Rasmussen44Woodbridge, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Marsha Dianah Ratchford34Prichard, Ala.tecnico dei sistemi informativi di prima classeMarina americana
Martha M. Reszke36Stafford, Virginia.analista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Cecelia E. Richard41Fort Washington, Maryland.tecnico contabilitàesercito degli Stati Uniti
Edward V. Rowenhorst32Lake Ridge, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Judy Rowlett44Woodbridge, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Robert E. Russell52Oxon Hill, Maryland.supervisor di bilancio civiliesercito degli Stati Uniti
William R. Ruth57Mount Airy, Md.Primo maresciallo luogotenente quarta classeesercito degli Stati Uniti
Charles E. Sabin Sr.54Burke, in Virginia.impiegato civileDipartimento della Difesa
Marjorie C. Salamone53Springfield, Virginia.analista programma di bilancioesercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello David M. Bilancia44Cleveland, Ohioesercito degli Stati Uniti
Comandante. Robert Allan Schlegel38Alexandria, in Virginia.Marina americana
Janice M. Scott46Springfield, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Michael L. Selves53Fairfax, in Virginia.gestione delle informazioni centro di supporto registaesercito degli Stati Uniti
Marian H. Serva47Stafford, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Comandante. Dan Frederic Shanower40Naperville, Illinois.Marina americana
Antionette M. Sherman35Foresta Heights, Md.analista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Donald D. Simmons58Dumfries, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Cheryle D. Sincock53Dale City, Virginia.Assistente amministrativoesercito degli Stati Uniti
Gregg Harold Smallwood44Overland Park, Kansas.capo tecnico dei sistemi informativiMarina americana
(In pensione). Il tenente colonnello Gary F. Smith55Alexandria, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Patricia J. Statz41Takoma Park, Maryland.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Edna L. Stephens53Washington DCanalista di bilancioesercito degli Stati Uniti
Sgt. Maj. Larry L. Strickland52Woodbridge, in Virginia.consulente senior su questioni relative al personale alle Joint Chiefs of Staffesercito degli Stati Uniti
Il tenente colonnello Kip P. Taylor38McLean, Va.Corpo del generale aiutante di campoesercito degli Stati Uniti
Sandra C. Taylor50Alexandria, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Karl W. Teepe57Centreville, Va.impiegato civileDifesa Information Agency
Sgt. Tamara C. Thurman25Brewton, Ala.classificato dipendenteesercito degli Stati Uniti
Lt. Cmdr. Otis Vincent Tolbert38Lemoore, in California.Marina americana
Willie D. Troy51Aberdeen, Md.analista programmaesercito degli Stati Uniti
Lt. Cmdr. Ronald James Vauk37Nampa, Idahocomandante di guardiaMarina americana
Il tenente colonnello Karen J. Wagner40Houston, Texasesercito degli Stati Uniti
Meta L. Waller60Alexandria, in Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Staff Sgt. Maudlyn A. White38St. Croix, Isole Verginiesercito degli Stati Uniti
Sandra L. White44Dumfries, Virginia.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
Ernest M. Willcher62North Potomac, Md.Booz-Allen & Hamilton Inc.
Lt. Cmdr. David Lucian Williams32Newport, Oregon.Marina americana
Maj. Dwayne Williams40Jacksonville, Ala.esercito degli Stati Uniti
Marvin R. Woods57Grande Mills, Md.direttore di comunicazioni civiliMarina americana
Kevin Wayne Yokum27Lake Charles, La.tecnico dei sistemi informativi di seconda classeMarina americana
Donald McArthur Giovani41Roanoke, Virginia.capo tecnico dei sistemi informativiMarina americana
Edmond G. Young Jr.22Owings, Md.specialista delle tecnologie dell'informazioneBTG Inc.
Lisa L. Young36Germantown, Md.impiegato civileesercito degli Stati Uniti
__________________________________________________________


Dopo l'attacco. Foam Truck 161 si trova abbandonato vicino alla sezione
danneggiata del Pentagono.


ONI e Jonathon Pollard

Secondo il Washington Post, 20 Gennaio, 2002, "The Last Watch", l'intera catena di comando del super segreto Capo delle Naval Operations Intelligence Plot  (CNO-IP) è stata uccisa nell'attacco dell'11 settembre al Pentagono. Il primo piano del cuneo occidentale del Pentagono è stato occupato in parte dal l'ufficio del "Capo dei funzionamenti navali Intelligenza Plot", che si era trasferito nei loro nuovi uffici (prima della maggior parte altri occupanti). 42 su 50 del personale navale che lavorano nel nuovo trasferito Naval Command Center sono stati uccisi.
[...] Solo quelli con i più alti nulla osta di sicurezza, sopra il top secret, sono al corrente del loro lavoro. Anche nella acronimo-felice del Pentagono, il termine CNO-IP è oscuro.
Si distingue per Chief of Naval Operations Intelligenza Plot. Il suo piccolo, di solito giovane personale mantiene un orologio round-the-clock sugli sviluppi geopolitici e movimenti militari che potrebbero minacciare le forze americane. "Teniamo d'occhio i cattivi", quelli assegnati al gruppo direbbe outsider, battuta via ulteriori domande.
[...]
Avrebbe potuto essere uno qualsiasi dei punteggi dei servizi commemorativi tenuti dopo l'attacco 11 settembre al Pentagono, ma non i giornalisti avrebbero dovuto sapere su questo. Solo in seguito è stato un video della cerimonia timbrato "non classificato". Ha rivelato solo un frammento della storia del CNO-IP, che aveva perso la sua intera catena di comando.
[...]
Quando il volo dirottato American Airlines 77 ha colpito il Pentagono a più di 500 mph, sbattendo attraverso il cemento e corridoi, vomitando carburante e il fuoco, ha distrutto gran parte del centro di comando della Marina. Si è fracassato direttamente negli uffici del CNO-IP.
[...]
A metà agosto, la gente inscatola i loro file di lavoro e le foto di famiglia. Finalmente. Il CNO-IP si stava muovendo per uffici ristrutturati nel centro di comando della Marina, al primo piano dell'anello D, sul lato ovest del Pentagono.
Questo ufficio Naval Intelligence è stato responsabile per l'aperta rottura della vicenda Jonathon Pollard. Naval Intelligence è stata la base da cui Jonathan Pollard ha operato. Era Naval Intelligence che ha catturato Pollard e Naval Intelligence che ha insistito perchè l'FBI lo arrestasse.

In attesa di questa discussione. Un altra possibilità che ho visto menzionata è che le persone Navale Intel possono essere stati tra quelli in grado di capire che cosa stava realmente accadendo il 9/11 come è successo, e quindi ha dovuto essere eliminato ...

Negli ultimi dieci anni, Jonathan Pollard, il dipendente della Marina americana che spiava per Israele a metà degli anni ottanta ed è ora sta scontando una condanna a vita, è diventata una cause celèbri in Israele e tra i gruppi ebraici negli Stati Uniti. La Conferenza dei presidenti delle maggiori organizzazioni ebraiche americane, un consorzio di cinquantacinque gruppi, ha pubblicamente chiesto per il rilascio di Pollard, sostenendo, in sostanza, che i suoi crimini non ammontavano ad alto tradimento contro gli Stati Uniti, perché Israele era allora e rimane uno stretto alleato. Molte delle principali organizzazioni religiose hanno chiesto anche di porre fine alla detenzione di Pollard, tra i quali l'Unione riforma della congregazioni ebraiche americane e l'Unione ortodossa.
Fumo dei fuochi era visibile dal tetto del Pentagono.

Barbara Honegger sul bombardamento Pentagono e Trilioni mancanti

Ecco un ottimo articolo di Barbara Honegger dal 7 luglio, 2010, dove si conclude che,
"Il Pentagono è stato attaccato da una bombe alle 9:30-9:32, seguita eventualmente da un impatto da un oggetto in volo significativamente più piccolo del volo 77, un Boeing 757".
Si discute anche di come l'attacco convenientemente tirò fuori i revisori del Pentagono ed i loro dati informatici che avrebbero potuto "seguire il denaro" dei Trilioni mancanti.

LE CARTE DELL'ATTACCO AL PENTAGONO

Pentagono orologio dell'eliporto
Descrizione: Questo orologio da parete elettrico Skilcraft, che pendeva nella stazione eliporto fuoco Pentagono, è stato gettato a terra dall'impatto del volo American Airlines 77 si schianta contro il Pentagono. Contesto: Quando i terroristi hanno volato volo American Airlines 77 contro il Pentagono , l'incidente ha preso quasi il vicino Pentagono eliporto caserma dei pompieri con esso.La commozione cerebrale causato il soffitto della caserma dei pompieri a crollare, intrappolando temporaneamente pompiere Dennis Giovane nei detriti caduti. L'esplosione anche bussato questo orologio da parete, congelamento alle 9:32. L'aereo in realtà ha colpito il Pentagono alle 9:38; a quanto pare l'orologio era di sei minuti lento. 
da Barbara Honegger

Il San Francisco Chronicle ha commemorato il 100 ° anniversario della California Grande 1906 Earthuake con una serie di articoli in prima pagina con una singola icona, un orologio carbonizzato congelato nel tempo alle 05:12 - il momento esatto in cui "The Big One" hit.1

Un secolo dopo quell'evento devastante, questo cronometro fermo immagine serve come boththe prova finale e il simbolo storico che "cattura tutto."

Oggi, 100 anni dopo, una serie di orologi del Pentagono congelato nel tempo nel momento esatto della manifestazione violenta lì la mattina del 11 settembre 2001 anche "catturare tutto" e sono la prova finale CHE manda in frantumi la menzogna ufficiale di quello che è successo la terribile mattina e chi era veramente responsabile.

Il Pentagono è stato prima attaccato poco dopo le 09:30, ben prima delle 09:37:46, quando la menzogna ufficiale dice che un aereo ha colpito l'edificio dall'esterno.

Il Pentagono è stato attaccato molto prima di quanto la Commissione 9/11 e l'ufficiale
 storia di copertina pretesa. Il Pentagono e i media tradizionali in primo luogo segnalato 09:43 come il tempo dell'impatto del presunto volo 77 (alcuni rapporti, come riferito anche citando fonti ufficiali, sono stati più tardi 09:48 e 09:47). Nel corso del tempo, il tempo dato dai funzionari per l'impatto esterno richiesto sul palazzo spostato sempre prima, infine, fino a 9:37 (come il momento in cui scriviamo), ma non si è mai avvicinato al tempo effettivo del primo violento evento al Pentagono, poco dopo le 09:30 Chiaramente, se la versione ufficiale che il volo 77 colpì il Pentagono a quasi 9:38 fosse vero, il volo 77 non poteva essere stata la fonte di danni enormi al lato ovest dell'edificio, che si è verificato tra i cinque e gli otto minuti prima.

Righe convergenti di prova di un 9: 30-to 09:32 evento violento al Pentagono l'11 settembre, ben prima della storia ufficiale dice qualcosa ha colpito l'edificio:

Molteplici standard-problema, a batteria e / o elettrico azionato orologi da parete sulle pareti della zona del Pentagono attaccato il 9/11 di cui una a eliporto appena fuori ovest cuneo sono stati fermati tra le 9:30 e 9: 32-1 / 2 da un evento violento, quasi certamente una bomba o bombe all'interno dell'edificio e / o in un camion o di costruzione roulotte parcheggiata proprio fuori dalla parete ovest. La prima relazione Associated Press, infatti, ha dichiarato che il Pentagono era stato danneggiato da un "camion booby intrappolato." La Marina ha pubblicato l'orologio eliporto sosta su un sito ufficiale e un altro dei orologi fermi era sul display 9/11 al Smithsonian Institution. 2 Questi sono solo alcuni dei ovest-sezione di orologi del Pentagono - così come l'orologio
 da polso di una vittima dentro-la-costruzione (vedi sotto) - che sono stati fermati tra le 9:30 e 9: 32-1 / 2 settembre 11.

April Gallop, un dipendente dell'esercito con un Top Secret, era alla sua scrivania negli uffici amministrativi dell'esercito nella parte ovest del Pentagono il 9/11, l'area degli edifici più pesantemente distrutti e con il maggior numero di vittime, quando quello che ha detto suonava e sentito "come una bomba" è andato via.

"Essere nell'esercito con la formazione che ho avuto, so quello che una bomba suona e si comporta come, in particolare le conseguenze, e sembrava e ha agito come una bomba",
ha detto l'autore Gallop in un sotto giuramento videoregistrata interview.2A "C'era aereo o parti piane all'interno dell'edificio, e nessun odore di carburante". In quelle due ore di testimonianza sotto giuramento videoregistrata, Gallop afferma che l'esplosione è esplosa al preciso istante ha colpito il 'potere su' pulsante sul suo computer nella zona amministrativa esercito, a cui lei era appena tornato la mattina dopo mesi di gravidanza e congedo parto, e che l'esplosione si fermò il suo orologio da polso subito dopo 9:30 2B Ha mantenuto l'orologio da polso fermato in una cassetta di sicurezza come prova del momento esatto dell'esplosione iniziale.

La FAA [Federal Aviation Administration] documento Timeline "Sintesi Cronologia di una crisi di dirottamento multiplo - 11 settembre 2001" comprende: "0932: ATC (Air Traffic Control) AEA riferisce incidenti aerei nel lato ovest di Pentagono." 3 La il tempo è il fatto fondamentale qui, non la causa sostenuto, che è stata presa dalla storia ufficiale e non il risultato di eventuali testimoni oculari ATC.

Danimarca di soon-to-be ministro degli Esteri Per Stig Moller era in un edificio a Washington, DC il 9/11 dalla quale guardò fuori, sentito un'esplosione e ha visto il fumo prima ascesa dal Pentagono. Ha subito guardò l'orologio da polso, con la scritta 09:32. Ha dato interviste radiofoniche in Danimarca la mattina dopo in cui affermava che il Pentagono era stato attaccato alle 9: 32.4.

Il 27 agosto del 2002, poi della Casa Bianca Counsel e ora procuratore generale Alberto Gonzales ha dato un segretario registrato in audio conferenza Marina presso la Naval Postgraduate School di Monterey, California., Un istituto scolastico DoD, in cui afferma chiaramente ed esplicitamente che "il Pentagono è stato attaccato a 9:32 ". Un nastro di questo segmento del suo discorso è stato giocato al 9/11 Emergenza Verità Convergenza presso l'American University di Washington, DC nel luglio 2005, ed è sul record di pubblico.

Il Pentagono è stato attaccato da bomba (s) 9:30-9:32, seguita eventualmente da un impatto da un oggetto in volo significativamente inferiore a quello del volo 77, un Boeing 757.

Abbiamo già visto che dipendente Esercito April Gallop, il cui orologio è stato fermato dalla evento violento al Pentagono, poco dopo 9:30, dice che il suo addestramento militare e l'esperienza l'ha portata per determinare immediatamente l'origine dell'esplosione iniziale era una bomba.

Ho intervistato un auditor dell'esercito da Ft. Monmouth, New Jersey, che era in missione servizio temporaneo al Pentagono prima, e dopo 9/11. E 'stato negli spazi di gestione finanziaria dell'esercito a pochi minuti prima dell'esplosione del Pentagono la mattina del 9/11. Era appena tornato nel suo ufficio provvisorio al piano terra del lato sud adiacente del Pentagono dalla mensa quando ha sentito un'esplosione e sentì la scossa edificio.

Subito dopo, ha detto, a centinaia del personale del Pentagono in preda al panico correvano da lui lungo il corridoio appena fuori dal suo ufficio e l'ingresso sud, urlando "Bombe!" e "Una bomba è esplosa!" Il testimone ha chiesto che il suo nome non può essere utilizzato in questa sintesi, ma è disposto a testimoniare a un gran giurì o inchiesta ufficiale indipendente.

Questa gestione / zona audit finanziario esercito è parte di, o contigui a, gli uffici del personale dell'esercito, che era una delle due sedi principali parte ovest pesantemente distrutte nell'attacco del Pentagono, l'altro è il Centro di Comando Navale. Il giorno prima del 9/11, 10 settembre, il segretario alla Difesa Rumsfeld ha tenuto una conferenza stampa in cui ha riconosciuto che il Pentagono era "mancante" non -could conto e aveva bisogno di "trovare" - $ 2,3 trilioni di dollari (altri rapporti detto $ 2,6 trilioni ). Sono stati i revisori che potrebbe "seguire il denaro", e i computer i cui dati potrebbero aiutarli a farlo, intenzionalmente di mira? Vale la pena notare che i vertici responsabile finanziario del Pentagono, al momento, Dov Zakheim, che ha anche riconosciuto i trilioni "mancanti", ha avuto una società specializzata in tecnologie Remote Control per aerei. Come i resti trovati tra i rottami del Pentagono sono stati identificati come il gruppo anteriore-hub del compressore fronte di un motore turbogetto JT8D utilizzato nella A-3 Sky Warrior jet da combattimento, 5 e, come Air Force A-3 Sky Warriors-normalmente pilotato aerei -Ve segretamente adattati per essere droni telecomandati e dotati di missili in una operazione altamente scomparti in un aeroporto nei pressi di Ft. Collins-Loveland Municipal Airport in Colorado, nei mesi prima del 9 / 11,6 si pone la questione ulteriormente sul fatto che i revi seguire il già pubblicato a suo tempo asori del Pentagono e dei loro dati informatici sono stati intenzionalmente presi di mira il 9/11.
In effetti con un "monolocale" del genere pare quanto mai sospetto che siano andati a beccare propro gli uffici dell'ONI ... NdR



Clicca qui per il resto della LE CARTE DELL'ATTACCO AL PENTAGONO


Pentagon Attack Papers

A seguire il già pubblicato articolo a suo tempo Ultime notizie sul Rabbi Zakheim, il 9/11 e dei migliaia di miliardi di Dollari scomparsi

Fonte   wtcdemolition.com
Traduzione Arturo Navone per UnMondo Impossibile …

Articoli correlati


Il costo sbalorditivo di Israele per gli americani. di Pamela Olson e Altri - Il potere di Israele sugli USA

La mia Lotta contro gli Ebrei - My Struggle against the Jews, by Eustace Mullins