Descrizione

In questo blog si vuole commentare ed analizzare l'attualità e la storia ma sopratutto scoprire ed evidenziare le ipocrisie, le falsità ed i soprusi di questo mondo appunto ormai impossibile da vivere.

“La storia ha due volti: quello ufficiale, mendace e quello segreto e imbarazzante, in cui però sono da ricercarsi le vere cause degli avvenimenti occorsi”. Honorè de Balzac

Contra factum non valet argumentum”

venerdì 9 ottobre 2015

Assassinii Provocati con Infarto e Cancro & co. - Assassinations By Induced Heart Attack And Cancer & co.

By GPD on August 7, 2011
Nota del redattore: 
Alla luce dei recenti avvenimenti in 
Afghanistan, Norvegia, Regno Unito, 
Libia e altrove, un ricordo della nostra
storia reale può essere necessaria.

Hugo Chavez
Un articolo pubblicato da Veterans Today anni fà, acquista un nuovo significato dopo la dipartita di Chavez…

Nel 1975, durante le audizioni del Comitato Church, venne alla luce l’esistenza di un’arma per assassini occulti. La CIA aveva sviluppato un veleno che uccideva la vittima con un infarto immediato. Questo veleno poteva essere congelato sotto forma di dardo e poi sparato da una pistola. La pistola era in grado di sparare il proiettile di ghiaccio a una velocità tale che il dardo avrebbe attraversato i vestiti del bersaglio e lasciato solo un piccolo segno 

rosso. Una volta nel corpo, il veleno si scioglieva e 
veniva assorbito nel sangue causando l’infarto! Il veleno fu sviluppato per non essere rilevabile dalle autopsie moderne.
Si può indurre il cancro in una persona? Se il cancro negli animali può essere causato iniettandogli virus e batteri, sarebbe certamente possibile fare lo stesso con gli esseri umani! Nel 1931, Cornelius Rhoads, un patologo del Rockefeller Institute for Medical Research, infettò volutamente delle cavie umane a Puerto Rico con cellule tumorali, 13 di loro morirono. Anche se un dottore portoricano scoprì in seguito che Rhoads aveva volutamente coperto alcuni dei dettagli del suo esperimento e Rhoads rese una testimonianza scritta attestante che credeva che tutti i portoricani dovessero essere uccisi, in seguito lavorò agli impianti di guerra biologica dell’esercito degli Stati Uniti di Fort Detrick in Maryland (all’origine del virus dell’HIV/AIDS, del virus dell’influenza aviaria e del virus dell’influenza suina/A-H1N1), Utah e Panama, e venne nominato all’US Atomic Energy Commission, dove iniziò una serie di esperimenti sull’esposizione alle radiazioni di soldati e pazienti civili statunitensi. La risposta alla domanda, si può indurre il cancro su una persona, è sì.
Dopo quasi 80 anni di ricerche e sviluppi, ora c’è un modo per simulare un infarto vero e proprio e suscitare il cancro in una persona sana. Entrambi sono stati utilizzati come mezzi di assassinio. Solo un patologo molto esperto, che sappia esattamente cosa cercare nell’autopsia, è in grado di distinguere un assassinio per infarto o cancro indotto. La morte per attacco cardiaco, aneurisma, emorragia cerebrale è dovuta a “causa naturale”? No, se le agenzie governative hanno trovato un modo per influenzare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna o la dilatazione vascolare. La ricerca neurologica ha scoperto che il cervello ha frequenze specifiche per ogni movimento volontario chiamato ‘set di preparazione’. Sparando al petto un fascio di microonde con frequenze ELF emesse dal cuore, questo organo può essere soggetto a uno stato caotico, il cosiddetto infarto. In questo modo, i leader dei partiti politici che sono inclini ad attacchi di cuore, possono essere uccisi prima che possano causare problemi.
Jack Ruby morì di cancro poche settimane dopo che la sua condanna per omicidio era stata annullata in corte d’appello e gli venisse ordinato di affrontare un processo fuori da Dallas, consentendogli così di parlare liberamente, se lo voleva. Ci fu poca esitazione in Jack Ruby nell’uccidere Lee Harvey Oswald, per impedirgli di parlare, quindi non c’è motivo di sospettare che ci sarebbe stata maggiore considerazione se Jack Ruby avesse rappresentato una minaccia per le persone del governo degli Stati Uniti che avevano cospirato per uccidere il Presidente degli Stati Uniti d’America John F Kennedy.
Matt Simmons, esperto petrolifero, venne assassinato per essere diventato uno spifferatore sull’insabbiamento dall’amministrazione Obama del disastro della BP nel Golf del Messico. Il banchiere Matt Simmons, morto improvvisamente, era un insider dell’industria energetica e consigliere del presidente, il cui profilo salì quando scrisse che l’Arabia Saudita era a corto di petrolio e che il mondo aveva raggiunto il picco (petrolifero). Simmons, 67 anni, era morto nella sua casa estiva nel Maine. L’autopsia del medico legale dello Stato concluse che era morto per annegamento accidentale “con la malattia al cuore come fattore indicente.” Il suo best-seller del 2005, Twilight in the Desert: The Coming Saudi Oil Shock and the World Economy, lo rese assai noto al pubblico. Il libro sostiene che l’Arabia Saudita ha enormemente sopravvalutato le dimensioni delle sue riserve di petrolio, e che il mondo era sull’orlo di una grave penuria di petrolio, mentre i giacimenti di petrolio si esauriscono. Questa rivelazione è sostenuta dall’Iran. L’Iran sa che il petrolio del Medio Oriente sta rapidamente esaurendosi e per questo motivo si concentra sulla costruzione di reattori nucleari. Una volta che il petrolio si esaurirà l’Iran sarà l’unico Paese del Medio Oriente energeticamente autosufficiente. Tutti gli altri Paesi del Medio Oriente, tra cui l’Arabia Saudita, diventeranno Stati del Terzo Mondo impoveriti.
Slobodan Milosevic
Anche l’ex presidente jugoslavo Slobodan Milosevic è stato assassinato. Fu trovato morto nel centro di detenzione del Tribunale dell’Aja. Milosevic affrontava accuse di crimini di guerra e crimini contro l’umanità per il suo presunto ruolo centrale nelle guerre in Bosnia, Croazia e Kosovo durante gli anni ’90. Fu anche accusato di genocidio nella guerra di Bosnia del 1992-1995, in cui morirono 100.000 persone. Milosevic scrisse una lettera il giorno prima della morte sostenendo di essere stato avvelenato in prigione. L’autopsia verificò la sua affermazione dimostrando che il corpo di Milosevic conteneva un farmaco che rendeva inefficaci il suo farmaco per la pressione alta e le condizioni del cuore, provocando l’infarto che l’ha ucciso. L’ex agente dell’MI6 Richard Tomlinson ha detto ai giornalisti di aver visto i documenti, del 1992, che discutevano dell’assassinio di Milosevic per mezzo di un incidente d’auto, in cui il conducente sarebbe stato accecato da un lampo di luce e un telecomando che avrebbe messo fuori controllo i freni, causando un incidente. Questa stessa tecnica è stata utilizzata realmente per l’omicidio della principessa Diana.
Se Milosevic è stato assassinato, in ultima analisi chi è il responsabile? La NATO. Perché la NATO? Perché anche se l’ICTY (o ‘Tribunale dell’Aja’) si presenta al mondo come organismo delle Nazioni Unite, i funzionari della NATO hanno chiarito al pubblico che appartiene in realtà alla NATO. La NATO ha nominato i pubblici ministeri e i giudici che esclusero di analizzare eventuali accuse di crimini di guerra contro la NATO. Ne consegue che Slobodan Milosevic, che era un prigioniero del carcere di Scheveningen del Tribunale dell’Aja quando è morto, era prigioniero della NATO. La NATO aveva sia il movente che l’opportunità per ucciderlo. Nel marzo 2002, Milosevic presentò al tribunale dell’Aja, controllato dalla NATO, dei documenti dell’FBI che dimostravano che sia il governo degli Stati Uniti che la NATO avevano fornito sostegno finanziario e militare ad al-Qaida per aiutare il Kosovo Liberation Army nella sua guerra contro la Serbia. Questo non andò giù al Pentagono e alla Casa Bianca, che all’epoca stavano cercando di vendere la guerra al terrore e si preparavano a giustificare l’invasione dell’Iraq.
Durante il processo a Milosevic per crimini di guerra, la NATO ha affermato che i serbi avevano commesso un massacro di civili albanesi nella città del Kosovo di Racak. Le prove presentate in tribunale dimostrarono che la pretesa della NATO era una bufala. Questo era particolarmente imbarazzante, perché la denuncia del massacro di Racak fu la scusa che la NATO utilizzò per iniziare a bombardare i serbi, il 24 marzo 1999 (il bombardamento a tappeto effettuato dall’US Air Force, autorizzato dall’allora presidente Bill e da Hillary Clinton). Poi la NATO sostenne che i serbi avrebbero presumibilmente ucciso 100.000 civili albanesi. Tuttavia, gli stessi scienziati della NATO dissero che non riuscivano a trovare nemmeno il corpo di un civile albanese ucciso dalle forze di Milosevic. L’incapacità di trovare eventuali corpi, alla fine, portò alla pretesa assurda della NATO che i serbi avevano presumibilmente coperto il genocidio spostando migliaia di corpi, su dei camion congelatori, in Serbia (mentre Bill Clinton bombardava a tappeto il luogo) senza lasciare alcuna traccia. Ma il Tribunale dell’Aja dimostrò che anche queste accuse erano del tutto fraudolente.
Milosevic fece diversi discorsi in cui disse come un gruppo ombra internazionalista avesse provocato il caos nei Balcani perché era il passo successivo sulla strada del “nuovo ordine mondiale”. Durante un discorso del febbraio 2000 al Congresso serbo, Milosevic dichiarò: 
La “Piccola Serbia e il suo popolo hanno dimostrato che la resistenza è possibile. Applicata a un livello più ampio, in primo luogo organizzandola come ribellione morale e politica contro la tirannia, l’egemonia, il monopolio che generano odio, paura, nuove violenze e vendette contro i campioni della libertà delle nazioni e dei popoli, una tale resistenza potrebbe fermare l’escalation dell’inquisizione moderna. Bombe all’uranio, manipolazioni informatiche, giovani assassini tossicodipendenti e teppisti nazionali corrotti e ricattati, promossi ad alleati del nuovo ordine mondiale, questi sono gli strumenti dell’inquisizione che hanno superato, in crudeltà e cinismo, tutte le forme precedenti di violenze vendicative commesse contro l’umanità, in passato.”
Le prove che collegavano Milosevic ai genocidi come a Srebrenica, in cui morirono 7.000 musulmani, si sono dimostrate fraudolente. In realtà, Srebrenica era una ‘zona di sicurezza delle Nazioni Unite’, ma proprio come in Ruanda, i caschi blu si ritirarono deliberatamente e permisero il massacro, accusò allora Milosevic. L’esposizione di Milosevic del coinvolgimento delle Nazioni Unite nel massacro di Srebrenica fu un altro motivo per cui le trascrizioni del tribunale sono state pesantemente modificate e censurate dalla NATO, e un altro fattore che spinse la NATO ad assassinarlo mentre era sotto la sua custodia. Il tribunale dell’Aja della NATO è chiaramente un tribunale illegale il cui unico scopo è convincere la gente comune, in tutto il mondo, che la distruzione a opera della NATO della Jugoslavia era giustificata. Dal momento che la NATO non l’ha dimostrato al proprio tribunale (per la totale assenza di prove che lo rendeva difficile), vi era infatti un potente motivo della NATO per uccidere Milosevic, evitare la sua assoluzione. In questo modo, la NATO può continuare a sostenere che Milosevic fosse colpevole, e nessuno avrebbe iniziato ad esaminare la montagna di prove che dimostra che furono i leader della NATO (in particolare il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton) che commisero crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidio in Jugoslavia.
Così tante persone sono state fatte colpite dal cancro in un momento opportuno nella storia, quando giunse il momento di porre la domanda “chi è l’assassino che uccide tramite l’induzione di cancro o di infarti“? Chi ha ordinato gli omicidi e perché?  Charles Senseney, uno sviluppatore di armi della CIA a Fort Detrick, nel Maryland, testimoniò al comitato sull’intelligence del Senato, nel settembre 1975, descrivendo la pistola-ombrello che sparava un dardo velenoso che aveva ideato. Disse che è stato sempre utilizzato tra la folla con ombrelli aperti, sparando tra la folla in modo che non avrebbe attirato l’attenzione. Dato che era silenziato, nessuno tra la folla avrebbe sentito e l’assassino avrebbe semplicemente piegato l’ombrello e andato via con la folla. Le riprese video dell’assassinio di John F. Kennedy mostrano la pistola ombrello usata sulla Dealey Plaza. Prove video degli eventi del 22 novembre 1963 mostrano che il primo colpo sparato, in quel giorno fatidico, sembra avesse avuto un effetto paralizzante su Kennedy. I suoi pugni si erano stretti e la testa, le spalle e le braccia sembrarono irrigidirsi. L’autopsia ha rivelato che c’era una piccola ferita d’ingresso nel collo, ma senza evidenza del passaggio di un proiettile nel collo e nessun proiettile corrispondente a quelle piccole dimensioni è stato mai recuperato.

Charles Senseney testimoniò che la sua Divisione Operazioni Speciali di Fort Detrick aveva ricevuto incarichi dalla CIA per sviluppare armi esotiche. Una delle armi era una pistola per dardi che poteva sparare un dardo velenoso a un cane da guardia, mettendolo fuori servizio per diverse ore. Il dardo e il veleno non lasciavano traccia, in modo che l’esame non avrebbe rivelato che i cani erano stati messi fuori combattimento. La CIA ordinò circa 50 di queste armi e li usò operativamente. Senseney ha detto che i dardi avrebbero potuto essere utilizzati per uccidere esseri umani e non poteva escludere la possibilità che questo sia stato fatto dalla CIA.
Un particolare tipo di veleno sviluppato della CIA induce infarto e non lascia traccia di una qualsiasi influenza esterna, a meno che l’autopsia sia condotta per verificare la presenza di questo veleno particolare. La CIA rivelò questo veleno in diversi resoconti nei primi anni ’70. La CIA rivelò anche l’arma che sparava i dardi che inducono infarto, nel corso di un’audizione al Congresso. Il dardo di questa arma segreta della CIA era in grado di penetrare l’abbigliamento senza lasciare traccia, ma solo un puntino rosso sulla pelle. Alla penetrazione del dardo mortale, l’individuo bersagliato può sentire come un morso di una zanzara, o non sentire nulla. Il dardo velenoso si disintegra completamente entrando nel bersaglio. Il veleno letale poi entra rapidamente nel flusso sanguigno causando l’infarto. Una volta che il danno è fatto, il veleno sparisce rapidamente, in modo che all’autopsia sia improbabile rilevare che l’infarto sia stato causato da qualcosa di diverso dalle cause naturali. Un ex agente della CIA aveva rivelato che i dardi erano fatti con veleno liquido congelato. Rivelò che il dardo si scioglieva nel bersaglio e lasciava solo un  minuscolo puntino rosso d’ingresso, lo stesso tipo di piccola ferita d’ingresso


John F. Kennedy
trovata durante l’autopsia di John F. Kennedy.
Da oltre 50 anni gli omicidi sono stati eseguiti in modo abile, lasciando l’impressione che le vittime siano morte per cause naturali. Dettagli di alcune delle tecniche utilizzate per raggiungere questo obiettivo furono portati alla luce nel 1961, quando l’assassino professionista del KGB Bogdan Stashinskii disertò in occidente rivelando di aver effettuato con successo due missioni del genere. Nel 1957 uccise lo scrittore ucraino Lev Rebet a Monaco di Baviera, con una pistola che vaporizzava veleno, lasciando che la vittima morisse di un apparente infarto. Nel 1959, lo stesso tipo di arma fu utilizzato contro il leader ucraino Stepan Bandera, anche se la morte di Bandera non fu mai completamente accettata come dovuta a cause naturali.
Tra testimoni, persone importanti e cospiratori che avrebbero potuto essere eliminati da un attacco cardiaco e cancro indotto vi sono: Jack Ruby (morto da un infarto causato da una forma non diagnosticata di cancro aggressivo, poche settimane dopo aver accettato di testimoniare davanti al Congresso sull’assassinio di JFK), Clay Shaw, J. Edgar Hoover, Earlene Roberts (affittuaria di Oswald), Marlyn Monroe, Slobodan Milosevic, Kenneth Lay
(ex-amministratore delegato della Enron, il più grande finanziatore della campagna politica di Gorge W. Bush e Dick Cheney), Matt Simmons, Mark Pittman (giornalista che predisse la crisi finanziaria ed espose le malefatte della Federal Reserve. Pittman combatté per mettere la Federal Reserve sotto maggiore controllo), Elizabeth Edwards (le venne all’improvviso diagnosticato un cancro, mentre il marito era in campagna contro Barack Obama e Hillary Clinton per la presidenza della gli Stati Uniti. Nel corso di un discorso elettorale al Council on Foreign Relations, nel maggio 2007, Edwards definì la guerra al terrorismo uno slogan creato per ragioni politiche e che non era un piano volto alla sicurezza degli Stati Uniti. Si spinse oltre confrontandolo a un semplice adesivo che avrebbe danneggiato le alleanze statunitensi, mettendogli contro tutto il mondo).

… Inserire qui i nomi di ogni persona politicamente schietta, testimone o rivelatore morto improvvisamente per attacco cardiaco o rapidamente morto per un cancro incurabile.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Aaron Russo, ebreo, produttore cinematografico americano , regista, e attivista politico, Una poltrona per due , Wise Guys , e The Rose, sei film ricevono Academy Award nomination e due Golden Globe Award nomination, ha gestito diversi gruppi musicali,tra cui The Manhattan Transfer e Bette Midler ecc. Il 24 agosto del 2007, Russo è morto all'età di 64 di cancro alla vescica. Durante l'intervista Russo confidò di sospettare che un agente cancerogeno fosse stato intenzionalmente e segretamente introdotto nel suo sistema, nel tentativo di eliminarlo dalla scena.
Dopo un tentativo di cooptazione da parte di Nick Rockefeller, a causa del suo impegno civile, dove venne messo a conoscenza dei sistemi di manipolazione delle masse per il raggiungimento del potere, li resi pubblici, questo il motivo dei sospetti.



Intervista Aaron Russo Rockefeller NWO ITA 9/11



Il caso di Yasser Arafat, il presidente palestinese, anni dopo la sua morte venne scoperto un tasso altissimo di polonio nei suoi resti causando un probabile avvelenamento è certamente da non dimenticare.


Ampia documentazione per gli omicidi sul blog di Paolo Franceschetti :

Osho Rajneesh, avvelenamento da tallio

Come uccidere un uomo senza lasciare traccia Servizi segreti, spie, terroristi e dintorni.
Enciclopedia dello spionaggio
Ecco alcuni metodi::Acido cianidrico, Acido ossalico, Cellule cancerogene vive,
Cianuro, Tallio, incidenti stradali; rapine finite male; pallottole vaganti; suicidi;
complicazioni post-operatorie; infarti, ecc..

Scandalo Sifar - De Lorenzo - Segni - Piano Solo


Assassinations By Induced Heart Attack And Cancer

Editor’s note: In light of recent events in Afghanistan, Norway, the United Kingdom, Libya and elsewhere, a reminder of our real history may be needed.

An article published by the VETERANS TODAY one and a half year ago acquires a new sounding after Chavez’ departure…

In 1975, during the Church Committee hearings, the existence of a secret assassination weapon came to light. The CIA had developed a poison that caused the victim to have an immediate heart attack.

This poison could be frozen into the shape of a dart and then fired at high speed from a pistol. The gun was capable of shooting the icy projectile with enough speed that the dart would go right through the clothes of the target and leave just a tiny red mark.

Once in the body the poison would melt and be absorbed into the blood and cause a heart attack! The poison was developed to be undetectable by modern autopsy procedures.

Can you give a person cancer? If cancer in animals can be caused by injecting them with cancer viruses and bacteria, it would certainly be possible to do the same with human beings! In 1931, Cornelius Rhoads, a pathologist from the Rockefeller Institute for Medical Research, purposely infects human test subjects in Puerto Rico with cancer cells; 13 of them died.

Though a Puerto Rican doctor later discovers that Rhoads purposely covered up some of the details of his experiment and Rhoads himself gives a written testimony stating he believes that all Puerto Ricans should be killed, he later goes on to establish the U.S. Army Biological Warfare facilities in Fort Detrick Maryland (origin of the HIV/AIDS virus, the Avian Flu virus and the Swine Flu / A-H1N1 virus), Utah and Panama, and is named to the U.S. Atomic Energy Commission, where he begins a series of radiation exposure experiments on American soldiers and civilian hospital patients.

The answer to the question – Can you give a person cancer – is yes. After nearly 80 years of research and development there is now a way to simulate a real heart attack and to give a healthy person cancer. Both have been used as a means of assassination. Only a very skilled pathologist, who knew exactly what to look for at an autopsy, could distinguish an assassination induced heart attack or cancer from the real thing.

Is death by heart attack, burst aneurysm, of cerebral hemorrhage a “natural cause”? Not if government agencies have found a way to influence your heart rate, blood pressure, or vascular dilatation.

Neurological research has found that the brain has specific frequencies for each voluntary movement called preparatory sets. By firing at your chest with a microwave beam containing the ELF signals given off by the heart, this organ can be put into a chaotic state, the so-called heart attack. In this way, high profile leaders of political parties who are prone to heart attacks can be killed off before they cause any trouble.

Jack Ruby died of cancer a few weeks after his conviction for murder had been overruled in appeals court and he was ordered to stand trial outside of Dallas – thus allowing him to speak freely if he so desired. There was little hesitancy in Jack Ruby killing Lee Harvey Oswald in order to prevent him from talking, so there is no reason to suspect that any more consideration would have been shown Jack Ruby if he had posed a threat to people in the US government who had conspired to murder the president of the United States – John F Kennedy.

Matt Simmons, an oil industry expert, was assassinated for turning whistle blower over the Obama administration coverup of the BP Gulf Oil Spill. Investment banker Matt Simmons, who died suddenly, was an energy industry insider and presidential adviser whose profile soared when he wrote that Saudi Arabia is running out of oil and world production is peaking. Simmons, 67, died at his vacation home in Maine. An autopsy by the state medical examiner’s office concluded Monday that he died from accidental drowning “with heart disease as a contributing factor.”

His 2005 best-selling book, Twilight in the Desert: The Coming Saudi Oil Shock and the World Economy, brought him a wider audience. The book argued that Saudi Arabia vastly overstated the size of its oil reserves and that the world was on the verge of a severe oil shortage as the largest oil fields become depleted. This revelation is backed up by Iran. Iran knows the Middle East oil supply is quickly drying up and for that reason it is now focusing on building nuclear reactors. Once the oil runs out Iran will be the only country in the Middle East that will be energy self-sufficient. All of the other Middle Eastern countries, including Saudi Arabia will become Third World impoverished states.

Former Yugoslav President Slobodan Milosevic was also assassinated. He was found dead in the detention center at The Hague tribunal. Mr Milosevic faced charges of war crimes and crimes against humanity for his alleged central role in the wars in Bosnia, Croatia and Kosovo during the 1990s. He also faced genocide charges over the 1992-95 Bosnia war, in which 100,000 people died.

Milosevic wrote a letter one day before his death claiming he was being poisoned to death in jail. An autopsy verified his claim as it showed that Milosevic’s body contained a drug that rendered his usual medication for high blood pressure and his heart condition ineffective, causing the heart attack that led to his death.

Former MI6 agent Richard Tomlinson told reporters that he saw documents in 1992 that discussed assassinating Milosevic by means of a staged car accident, where the driver would be blinded by a flash of light and remote controlled brake failure enacted to cause the crash. This exact same technique was utilized for real in the murder of Princess Diana.

If Milosevic was murdered, who would ultimately be responsible? NATO. Why NATO? Because, though the ICTY (or ‘Hague Tribunal’) presents itself to the world as a UN body, NATO officials have themselves made clear, in public, that it really belongs to NATO. NATO appointed the prosecutors, and the judges who ruled out investigating any war crimes accusations against NATO. It follows that Slobodan Milosevic, who was a prisoner of the Hague Tribunal’s Scheveningen prison when he died, was a prisoner of NATO. NATO had both motive and opportunity to kill him.

In March 2002, Milosevic presented the NATO controlled Hague tribunal with FBI documents proving that both the United States government and NATO provided financial and military support for Al-Qaeda to aid the Kosovo Liberation Army in its war against Serbia. This didn’t go down too well at the Pentagon and the White House, who at the time were trying to sell a war on terror and gearing up to justify invading Iraq.

During Milosevic’s trial for war crimes NATO alleged that the Serbs had committed a massacre of Albanian civilians in the Kosovo town of Racak. Evidence presented in the court showed that NATO’s claim was a hoax. This is especially embarrassing because the allegation of a massacre at Racak was the excuse that NATO used to begin bombing the Serbs on 24 March 1999 (the carpet bombing were done by the United States Air Force -authorized by then president Bill and Hillary Clinton).

Then NATO claimed that the Serbs had supposedly been murdering 100,000 Albanian civilians. However, NATO’s own forensics reported that they could not find even one body of an Albanian civilian murdered by Milosevic’s forces. The failure to find any bodies eventually led to NATO’s absurd claim that the Serbs had supposedly covered up the genocide by moving the many thousands of bodies in freezer trucks deep into Serbia (while Bill Clinton was carpet bombing the place) without leaving a single trace of evidence. But the Hague tribunal showed these accusations to be entirely fraudulent as well.

Milosevic made several speeches in which he discussed how a group of shadowy internationalists had caused the chaos in the Balkans because it was the next step on the road to a “new world order.”

During a February 2000 Serbian Congressional speech, Milosevic stated,
“Small Serbia and people in it have demonstrated that resistance is possible. Applied at a broader level, it was organized primarily as a moral and political rebellion against tyranny, hegemony, monopolism, generating hatred, fear and new forms of violence and revenge against champions of freedom among nations and people, such a resistance would stop the escalation of modern time inquisition.
Uranium bombs, computer manipulations, drug-addicted young assassins and bribed of blackmailed domestic thugs, promoted to the allies of the new world order, these are the instruments of inquisition which have surpassed, in their cruelty and cynicism, all previous forms of revengeful violence committed against the mankind in the past.”

Evidence linking Milosevic to genocides like Srebrenica, in which 7,000 Muslims died, was proven to be fraudulent. In fact, Srebrenica was a ‘UN safe zone’, yet just like Rwanda, UN peacekeepers deliberately withdrew and allowed the massacre to unfold, then blamed Milosevic. Milosevic’s exposure of UN involvement in the Srebrenica massacre was another reason why tribunal transcripts were heavily edited and censored by NATO, and another contributing factor for NATO to murder him while he was in their custody.

NATO’s Hague Tribunal was clearly a kangaroo court whose sole purpose was to convince ordinary people all over the world that NATO’s destruction of Yugoslavia was justified. Since NATO failed to show this in its own court (a total absence of evidence did make this difficult), there is indeed a powerful NATO motive to murder Milosevic – to prevent his acquittal.

In this way, NATO can continue to claim that Milosevic was guilty, and nobody would begin to look into the mountain of evidence that showed that it was NATO leaders (particularly US president Bill Clinton) who committed war crimes, crimes against humanity and genocide in Yugoslavia.

So many people have been done in by cancer at a convenient time in history that it is now time to ask the question “who is assassinating people by giving their target cancer or inducing a massive heart attack”? Who ordered the hits and why?

Mr. Charles Senseney, a CIA weapon developer at Fort Detrick, Maryland, testified before the Senate Intelligence Committee in September 1975 where he described an umbrella poison dart gun he had made. He said it was always used in crowds with the umbrella open, firing through the webing so it would not attract attention. Since it was silent, no one in the crowd could hear it and the assassin merely would fold up the umbrella and saunter away with the crowd.

Video footage of the assassination of John F Kennedy shows this umbrella gun being used in Dealey Plaza. Video evidence of the events of November 22, 1963 shows that the first shot fired on the fateful day had always seemed to have had a paralytic effect on Kennedy. His fists were clenched and his head, shoulders and arms seemed to stiffen. An autopsy revealed that there was a small entrance wound in his neck but no evidence of a bullet path through his neck and no bullet was ever recovered that matched that small size.

Charles Senseney testified that his Special Operations Division at Fort Detrick had received assignments from the CIA to develop exotic weaponry. One of the weapons was a hand-held dart gun that could shoot a poison dart into a guard dog to put it out of action for several hours. The dart and the poison left no trace so that examination would not reveal that the dogs had been put out of action. The CIA ordered about 50 of these weapons and used them operationally. Senseney said that the darts could have been used to kill human beings and he could not rule out the possibility that this had been done by the CIA.

A special type of poison developed for the CIA induces a heart attack and leaves no trace of any external influence unless an autopsy is conducted to check for this particular poison. The CIA revealed this poison in various accounts in the early 1970s. The CIA even revealed the weapon that fired those darts that induces a heart attack at a congressional hearing.

The dart from this secret CIA weapon can penetrate clothing and leave nothing but a tiny red dot on the skin. On penetration of the deadly dart, the individual targeted for assassination may feel as if bitten by a mosquito, or they may not feel anything at all. The poisonous dart completely disintegrates upon entering the target.

The lethal poison then rapidly enters the bloodstream causing a heart attack. Once the damage is done, the poison denatures quickly, so that an autopsy is very unlikely to detect that the heart attack resulted from anything other than natural causes. A former CIA agent disclosed that the darts were made of a frozen form of the liquid poison. She disclosed that the dart would melt within the target and would only leave a very tiny red dot at the entry point – the same type of small entrance wound that was found during the autopsy of John F Kennedy.

For over 50 years assassinations have been carried out so skillfully as to leave the impression that the victims died from natural causes. Details of some of the techniques used to achieve this were brought to light in 1961 when professional KGB assassin Bogdan Stashinskiy defected to the West and revealed that he had successfully performed two such missions.

In 1957 he killed Ukrainian emigré writer Lev Rebet in Munich with a poison vapor gun which left the victim dead of an apparent heart attack. In 1959, the same type of weapon was used on Ukrainian emigré leader Stepan Bandera, although Bandera’s death was never fully accepted as having been from natural causes.

Among the witnesses, important people and conspirators who might have been eliminated by induced heart attack and cancer are: Jack Rudy (died of a stroke due to an undiagnosed form of aggressive cancer, just weeks after he agreed to testify before Congress about the JFK assassination), Clay Shaw, J. Edgar Hoover, Earlene Roberts (Oswald’s land-lady), Marlyn Monroe, Slobodan Milosevic, Kenneth Lay (former CEO of ENRON – the largest political campaign contributor of Gorge W Bush and Dick Cheney), Matt Simmons, Mark Pittman (a reporter who predicted the financial crisis and exposed Federal Reserve misdoings. Pittman fought to open the Federal Reserve to more scrutiny), Elizabeth Edwards (suddenly diagnosed with cancer while her husband was campaigning against Barack Obama and Hillary Clinton for the presidency of the United States.

During a campaign speech to the Council on Foreign Relations in May 2007, Edwards called the War on Terrorism a slogan that was created for political reasons and that it wasn’t a plan to make the United States safe. He went further to compare it to a bumper sticker and that it had damaged the US’s alliances and standing in the world.), … enter here the names of every politically outspoken person, whistle blower or witness who died unexpectedly of a heart attack or who quickly died of an incurable cancer.